Pubblicato il: 16/01/2014   
La nuova tecnologia prevede l’inserimento di un microchip all’interno del sacco grigio, con il sistema Rfid. Mariani: «L’obiettivo è il rifiuto zero. Una politica che non va d’accordo con gli inceneritori».

Per leggere il comunicato stampa clicca qui.