Pubblicato il: 30/09/2011   
Gli Argonauti, squadra di calcio del Centro Diurno di Seregno vincono la «loro» Coppa UEFA. Mariani: «Dietro questa squadra lo sforzo chi cerca di riconquistare un equilibrio con il mondo».

Il loro nome ricorda quello del gruppo di eroi che, sotto la guida di Giasone, conquistarono il «mitico» vello d’oro. Per gli Argonauti del Centro Diurno di Seregno il vello d’oro è la Coppa UEFA, vinta lo scorso mese di giugno.

Mercoledì 28 settembre, nella sede del CPS di via Oliveti a Seregno, la coppa è stata presentata al vicesindaco Gianfranco Ciafrone, al Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Desio – Vimercate, prof. Paolo Moroni, e al Direttore Sanitario del Presidio di Desio, il dott. Paolo Bruno. Presenti anche la dott.ssa Giovanna Crespi, Responsabile Modulo Territoriale CPS-CD Seregno, la dott.ssa Elisabetta Violanti, Primario dell'UOP Psichiatria Desio, Milena Falcaro, cittì della squadra e coordinatrice infermieristica.

«Dietro al nome Argonauti – ha dichiarato il Sindaco Giacinto Marianici sono degli “eroi”, c’è il lavoro di mesi ed anni e ci sono le storie personali di chi cerca di riconquistare un equilibrio con il proprio corpo e con il mondo. Qui non ci sono hooligans o “tessere del tifoso”. Questo è un calcio diverso, uno strumento di integrazione che serve a superare l'isolamento per “entrare in contatto” con la società».

La Coppa Uefa portata a casa dagli Argonauti è un campionato regionale di calcio a otto dei Servizi di Salute Mentale che coinvolge circa 350 utenti e una trentina di strutture psichiatriche presenti nei territori delle Provincie di Milano, Monza Brianza, Bergamo, Brescia, Como, Pavia, ma anche Lodi, Sondrio e Varese. Un torneo sostenuto dalla Regione Lombardia, dalla U.I.S.P. (Unione Italiana Sport Per tutti) e dall’A.N.P.I.S. (Associazione Italiana Per l’Integrazione Sociale) allo scopo di «promuovere – come ha spiegato Giovanna Crespi - la salute mentale e fisica dei pazienti e il recupero delle loro capacità sociali perché, in questo caso, il calcio è uno strumento di terapia per favorire la partecipazione e lo sviluppo di canali di relazione».

Da vincitori della Coppa UEFA gli Argonauti hanno partecipato alla quarta edizione di «Matti per il calcio», uno dei più importanti appuntamenti nazionali di calcio sociale organizzato dall’ U.I.S.P. dal 15 al 18 settembre a Montalto di Castro, in provincia di Viterbo. In campo oltre venti squadre di calcio a sette, formate da operatori e utenti dei Centri e Dipartimenti di salute mentale di tutta Italia.

Il Centro Diurno di Seregno di via Oliveti è una struttura che fa parte dell’Unità di Psichiatria dell’Ospedale di Desio. Accoglie un centinaio di utenti provenienti da 12 comuni (Seregno, Meda, Lentate, Barlassina, Giussano, Muggiò, Nova Milanese, Desio, Cesano Maderno, Seveso, Varedo, Bovisio Masciago), che frequentano il servizio secondo un programma personalizzato.

All’interno del Centro si svolgono numerose attività riabilitative: da quelle che puntano a favorire processi di socializzazione (orto, cucina, uscite di gruppo e cineforum ) a quelle espressive (pittura, ceramica, decoupage, cucito, musica, musicoterapica ) fino a quelle motorie (pallavolo, palestra, nuoto, yoga e calcio).